Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca

Presidente: Andrea Graziosi

11-Graziosi foto ritaglio

 

 

 

 

 

 

 

 

Dati Biografici

Andrea Graziosi è nato a Roma il 19 gennaio 1954. Ha frequentato il liceo classico Umberto I di Napoli, conseguendo la maturità classica nel 1972. Si è laureato con lode in economia all’Università di Napoli Federico II con Augusto Graziani, studiando anche problemi del lavoro con Vittorio Foa. Grazie a una borsa del CNR ha poi condotto ricerche di storia americana e del lavoro a Pittsburgh e Yale con David Montgomery, e di storia sovietica con Lisa Foa in Italia e Moshe Lewin alla University of Pennsylvania. Ricercatore di storia economica dal 1983 e professore di storia dell’Europa orientale all’European University Institute nel 1997-1998, è ordinario di storia contemporanea a Napoli dal 2000, associé del Centre d’Etudes du monde russe, Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales dal 1995 e Fellow dell’Harvard Ukrainian Research Institute e del Davis Center for Russian and Eurasian Studies sempre a Harvard dal 2008. E’ stato presidente della Società Italiana per lo Studio della Storia Contemporanea dal 2007 al 2011.

 

Attività di ricerca

Dopo aver studiato economia e storia del lavoro in Italia e negli Stati Uniti, dall’inizio degli anni Ottanta si è dedicato agli studi di storia sovietica, fondando e dirigendo dal 1989 al 2001 il Seminario europeo di storia russa e sovietica, sostenuto da diverse Università e fondazioni italiane, francesi e statunitensi. Nel 1992 ha fondato a Mosca la serie Dokumenty sovetskoi istorii anch’essa sostenuta da alcune delle principali Università e istituzioni di ricerca europee e statunitensi, e dal 1999 al 2003 dal progetto Critical Edition of Sources for the Study of the Soviet State and Society dell’Unione europea, diretto da Graziosi e articolato in equipe di ricerca in numerosi archivi russi e ucraini. Nella serie, ora prodotta in collaborazione con gli Archivi di stato russi, sono già apparsi 18 volumi. E’ stato più volte coordinatore nazionale di progetti 40% e PRIN, sin da quando era ricercatore e l’ultima volta nel 2008.

Dal 2004 partecipa al progetto Twentieth-Century Ukraine: New Documentation, New Interpretations” (Harvard Ukrainian Research Institute) e dal 2007 al 2010 è stato membro del Consiglio scientifico del Progetto Religione e società in Kazakhstan dell’Istituto per le Ricerche di storia sociale e religiosa, nonché del Comité scientifique international del progetto Les Archives Sonores de l’Europe du Goulag, Agence Nationale de la Recherche (2008-2009).

Ha pubblicato saggi di ricerca nelle principali riviste specialistiche del settore, monografie in Francia (Nouvello Clio, Press Universitaires de France, Noir sur Blanc), Stati Uniti (Praeger, Harvard), Canada, Russia (Rosspen) e Ucraina, e curato l’edizione critica di numerose raccolte di documenti in diversi paesi. Dopo aver completato la sua Storia dell’Unione sovietica (due volumi, Il Mulino, 2007-2008), apparsa in versione ridotta in Francia e in corso di traduzione in Russia, ha cominciato a dedicarsi a una storia politica delle lingue nel XIX e XX secolo.

 

Esperienze internazionali

Più volte Visiting Scholar in diverse Università americane dopo la laurea, Andrea Graziosi ha cominciato a collaborare dalla fine degli anni Ottanta anche con la Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e la Maison des Sciences de l’Homme, dove è stato a più riprese Directeur d’Etudes associé. Nel 1990-91 è stato Fellow del Kennan Institute del Woodrow Wilson International Center, e poi dell’Harvard Ukrainian Research Institute. Negli anni Novanta ha tenuto diversi seminari di storia russa e sovietica all’Università di Stato di Mosca, facendo parte dal 1996 al 2001 del Comitato internazionale di consulenza del suo Istituto di amministrazione dello Stato e di Ricerche Sociali, ed è stato Visiting Professor of History a Yale nel 1997, e poi a Harvard nel 2003 e nel 2009.

 Co-dirige a Mosca la serie Dokumenty sovestkoi istorii (Rosspen). E’ membro del Comitato di redazione di riviste specialistiche di storia russa, sovietica, ucraina e dell’Europa centro-orientale in Francia, Canada, Regno Unito, Ucraina e Stati Uniti (Cahiers du monde russe, Harvard Ukrainian Studies, Revolutionary Russia, Holodomor Studies, Kyiv-Mohyla Journal: Arts and Humanities, Ukraina moderna). Fa parte dell’Editorial Board della serie Nationalisms Across the Globe (Peter Lang, Oxford) e del Conseil scientifique della Collections mondes russes et est-européens (CNRS, Paris). Collabora stabilmente con centri di ricerca statunitensi, russi, ucraini, francesi e canadesi.

 Ha diretto a più riprese l’organizzazione di grandi congressi internazionali dedicati alla storia sovietica in Francia, Russia e Stati Uniti, tra cui negli ultimi cinque anni States, Peoples, Languages. A Political History of Ukrainian in Comparative Perspective 1863-2013 (Harvard University, giugno 2014); The Soviet Union and World War II (Paris, MSH-EHESS, Maggio 2011); Studying the History of Stalinism: Achievements and Current Problems (Rosspen-Memorial-Garf, Mosca, dicembre 2008); The Great Famine in Ukraine: The Holodomor and Its Consequences, 1933 to the Present (Harvard University, novembre 2008).

 

Premi e riconoscimenti

Ordine di Jaroslav il Saggio, decreto del Presidente della Repubblica Ucraina n. 1654 del 26 novembre 2005; Premio Piemonte Storia 2008 per il volume L’Urss di Lenin e Stalin. Storia dell’Unione sovietica, 1914-1945; Premio Capalbio Storia politica 2008 per il volume L’Urss di Lenin e Stalin. Storia dell’Unione sovietica, 1914-1945; Premio della Antonovych Foundation, Washington, DC, 2011, per il contributo alla storia ucraina.

 

Esperienze di valutazione

Graziosi ha presieduto il GEV di Area 11 (Storia, Filosofia, Antropologia, Geografia, Psicologia, Pedagogia) della Valutazione Qualità Ricerca 2004-2010 ed è stato Alto esperto valutatore, ANVUR dal 2011 al 2013. Nel 2009 ha coordinato il Gruppo di lavoro sulla Valutazione del CUN per le aree 10 e 11. Ha valutato dipartimenti e selezioni per l’Università di Roma tre, la Fondazione Kessler di Trento e la Kyiv-Mohyla Academy per l’Academic Fellowship Program dell’Open Society Institute/HESP.

Esercita abitualmente attività di valutazione scientifica per le principali riviste specialistiche di storia russa, sovietica, ucraina e di storia orientale (oltre a quelle del cui Comitato di redazione fa parte) e per numerose collane scientifiche, nonché per progetti di ricerca internazionali.

Ha steso su richiesta pareri per chiamate o promozioni di professori ordinari e associati nelle Università di Harvard, Yale, Rochester, St. Andrews e per l’EHESS.